COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

ARCHITETTURA E AMBIENTE

ARTI FIGURATIVE

News - I.I.S. Aleotti Dosso

Articolo tratto integralmente dal sito di estense.com

 

La studentessa Giulia Ardizzoni della classe V° C del liceo artistico “Dosso Dossi”giulia-ardizzoni-420x373 di Ferrara sarà premiata venerdì 12 giugno per la sua partecipazione al concorso del Politecnico di Milano “Progetta il tuo sogno e incontra chi l’ha realizzato con successo”.Il premio consiste in una cena esclusiva, allestita nell’atrio del Politecnico di Milano, nel corso della quale la studentessa incontrerà Monica Dalla Riva, European Design Lab Manager di 3M, da cui riceverà preziosi consigli per la sua prossima carriera universitaria e lavorativa.Monica Dalla Riva è una dei sei mentor d’eccezione, tutti alunni del Politecnico di Milano, messi a disposizione per i sei ragazzi di V superiore vincitori del concorso. Gli altri cinque sono Andrea Accomazzo (Spacecraft Operations Manager, Esa), Filippo Perini (Design Director Lamborghini), Carlo Carrettini (direttore dell’Acquedotto di Milano), Alan Della Noce (designer Gianfranco Ferré) e Stefano Boeri (architetto). I sei mentor ceneranno assieme ai loro ‘mentee’ venerdì 12 giugno nel Rettorato dell’Ateneo di Milano allestito per l’occasione.L’incontro sarà per i ragazzi un’occasione unica per ricevere consigli e dritte preziose da chi ce l’ha fatta nel campo dove un giorno vorrebbero affermarsi.Il Politecnico di Milano, in occasione dell’Open Day 2015 di marzo, aveva invitato i suoi aspiranti studenti a raccontare il loro sogno di carriera: in massimo 500 caratteri avevano risposto alle domande: Che cosa vuoi fare “da grande”? Qual è il tuo sogno? Come pensi di realizzarlo?La cena esclusiva sarà la tappa culminante di un percorso ricchissimo riservato ai vincitori: nel pomeriggio di venerdì i ragazzi saranno accolti dai tutor del Servizio Orientamento del Politecnico di Milano e visiteranno il Campus Leonardo.Dopo la cena pernotteranno nella Casa dello Studente e sabato avranno la possibilità di visitare autonomamente Expo grazie ai biglietti messi a loro disposizione dall’Ateneo.

Questo l’elaborato che ha permesso a Gulia Ardizzoni di ricevere il premio:

 

"Voglio studiare Design degli Interni al Politecnico

Desiderio assoluto. Egemone.

E c’è anche un Sogno vero.

Sono nell’entrata di casa mia.

Neve che entra non so come: fine e bianca.

Evoca polvere: fine e antica. Mi cade addosso.

Cammino per lungo tratto su gradini infiniti.

Sono sempre lì: ascendenze

paradossali. Ansia.

Il mio Prof di Arte:

Fuori fa freddo

Troppo freddo

anche quando c’è il sole o la gente canta

Un brivido mi passa sulla schiena e dentro.

Sono io!

Come fa a conoscermi?

Poi, sempre lì, compare l’Architetto:

Figlia mia, tutto si trasformerà in punti linee, e volumi.

Così saprai."

 

 

Tre pomeriggi dedicati alla creatività, al talento e alla partecipazione giovanile: si terrà da FB IMG 1433427995109mercoledì 3 a venerdì 5 giugno in piazza Trento e Trieste “Gli Spiazzati Camp”, manifestazione pensata per stimolare il confronto tra i ragazzi e per presentare alla città le loro idee, i loro progetti, le loro opere. Le loro proposte trasformeranno il listone in un grande spazio espositivo e performativo, accogliente e propositivo.FB IMG 1433427969595

Parteciperanno gli alunni della 3°B Cat dell’istituto Aleotti, i quali presenteranno il progetto di riqualificazione verde “Adotta un’aiuola”

Mercoledì, 03 Giugno 2015 06:19

“Color Your Life”- Giovani talenti crescono

Immagine copertinaLa studentessa Kateryna Nepop della classe 5^A del Liceo Artistico “Dosso Dossi” è tra i vincitori del concorso nazionale “Color Your Life”- Giovani talenti crescono.

Il progetto valorizza la città di Ferrara attraverso la presentazione dei luoghi più noti e più interessanti. La pubblicazione è rivolta a un turista che non solo potrà conoscere e scoprire la città ma che potrà portarne un pezzo con sé. “L'album dei posti da non perdere” è infatti pensato come una guida storica-artistica che propone itinerari semplici ma suggestivi e ricchi di fascino per orientarsi nella città senza perdere nessuna delle tante e differenti bellezze; è anche un raccoglitore di ricordi dedicato agli appassionati di fotografia, disegno e pittura; al suo interno sono inserite pagine in cui raccogliere il proprio materiale fotografico e le proprie copie dal vero; la pubblicazione viene corredata di una dotazione di cartoncini da disegno e da acquarello.

La classe III A dell'Aleotti si aggiudica il terzo posto del prestigioso premio estense scuola 2015 con il progetto intitolato "Il paese del male VS il paese del bene". La partecipazione alla finale è stata conquistata con la seguente motivazione da parte della giuria:

 "Il problema del male viene calato nella realtà di tutti i giorni e nella realtà del mondo dei giovani. Si assiste quotidianamente ad episodi di violenza e di sopruso: bisogna però avere gli occhi per notarli.

Gli studenti della classe 3A, attraverso le immagini di un video, hanno descritto il modo in cui anche nella realtà quotidiana "il male genera male": un episodio di bullismo, un atto di discriminazione non possono che portare a reazioni violente e negative. Il messaggio, però, è che è sufficiente cambiare le azioni per avere diverse reazioni: nel finale si scopre, infatti, che se "il male genera male" è anche vero che "il bene genera bene". La Giuria ha apprezzato l'originalità dell'idea e la spontaneità degli studenti che hanno trasmesso con testi e situazioni semplici un messaggio importante. Anche l'immagine finale dei ragazzi che preferiscono indossare una maglietta con il proprio nome piuttosto che con un "numero" valorizza il messaggio di rispetto verso gli altri."

premio-estense-scuola-5-150x150premio-estense-scuola-7-150x150premio-estense-scuola-3-150x150

 Ecco alcuni commenti della stampa cittadina:

 

...il terzo posto, infatti, è stato assegnato alla vivace esibizione della 3 A dell’istituto Aleotti che con “Il paese del male vs il paese del bene” irrompe (letteralmente) nella sala e, forte di un allestimento semplice ma efficace, dimostra come “il male genera il male, ma è altrettanto vero che il bene genera il bene”

www.estense.com

 

Terzo posto, infine, per la III A dell’Aleotti che insieme all’insegnante Isabella Dallapiccola hanno messo in scena ‘Il paese del male vs il paese del bene’: una rappresentazione che ha fatto sussultare il pubblico della sala San Francesco, colto di sorpresa dallo spettacolare ingresso dei ragazzi che, con tanto di armi giocattolo, impersonavano appunto il male.

Il Resto del Carlino

Guarda le foto della giornata della premiazione

 

 

Pagina 1 di 2