COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

ARCHITETTURA E AMBIENTE

ARTI FIGURATIVE

News - I.I.S. Aleotti Dosso

Immagini e documenti sul diritto al voto e la cittadinanza femminile a Palazzo Ducale

IO VOTO

Inaugura Venerdì 27 maggio ore 12.00 presso il la Sala degli Arazzi del Palazzo Ducale del Comune di Ferrara alla presenza del Sindaco Avv. Tiziano Tagliani, del Prefetto Michele Tortora e dell’Assessore alle Pari Opportunità Annalisa Felletti, l’esposizione “Cittadine dal 1946” per celebrare il Settantesimo anniversario del suffragio femminile in Italia: un evento storico perché punto di arrivo di un lungo percorso di rivendicazioni, ma anche punto di partenza per il pieno esercizio della cittadinanza.

Le donne italiane lo esercitano per la prima volta nelle elezioni amministrative del marzo 1946 e il 2 giugno, con il referendum istituzionale e l’elezione dell’Assemblea Costituente.

La mostra esplora questo evento da diversi punti di vista che si riflettono nelle tre sezioni in cui è articolata, dal Salone d’Onore alla Sala dell’Albo Pretorio: e proprio quest’ultimo spazio accoglie il progetto curato dal Liceo Artistico, “Io voto!” Una storia per immagini.

Vengono qui esposte le illustrazioni dalla classe III B del Liceo Artistico “Dosso Dossi” prodotte in collaborazione con UDI Ferrara e con il sostegno del Comune di Ferrara, finalizzate alla realizzazione di un e-book illustrato sulle tappe fondamentali che hanno portato le donne alla conquista del voto. L’esposizione rappresenta quindi una fase intermedia del percorso che si concluderà nell’autunno 2016 con la produzione dell’e-book.

Cura scientifica e grafica: Gianluca Costantini, Stefania D’Arcangelo, Federica Zabarri

Sezione in mostra fino al 9 giugno.

 

Museo-Ferrara-300x169La storia, passato e presente, del grattacielo di Ferrara approda al portale di Museo Ferrara,, che accanto ai luoghi del passato ha deciso di accogliere anche il presente o il passato più recente della città.

 

L’iniziativa nasce da un progetto di formazione sviluppato dagli assessorati comunali alla Cultura e all’Urbanistica insieme alla V B dell’Istituto tecnico G.B. Aleotti, che con i loro insegnanti hanno fatto del grattacielo l’oggetto di una ricerca che ha tante sfaccettature.

Il progetto è stato presentato in conferenza stampa alla presenza del vicesindaco Massimo Maisto, dell’assessora all’Urbanistica Roberta Fusari, del direttore di MuseoFerrara Giovanni Lenzerini, della docente dell’Istituto tecnico “G.B.Aleotti” Paola Di Stasio, e degli studenti della 5.a B, di Matteo Bianchi e Sara Conforti dell’Assessorato al Turismo…

Museo Ferrara  GrattacieloL’entusiasmo si percepisce dalle parole di tutti, il progetto è innovativo sotto tanti punti di vista: mette insieme forze diverse, amministrazione pubblica, un istituto superiori, l’attività di un architetto e di un’azienda che ha costruito un plastico con una stampante 3d utilizzando un materiale sostenibile e riciclato.

Si propone inoltre come esperienza formativa e di vita per gli studenti della VB dell’Istituto Aleotti di Ferrara, giunti alla vigilia dell’esame di Stato con un bagaglio di sapere e saper fare che li ha proiettati nel loro possibile futuro lavorativo.

Cantiere Grattacielo mette a fuoco la vicenda di un edificio che ha segnato in questi oltre 50 anni il destino urbanistico e sociale della città, ne rivive le vicende ed approda al museo virtuale della città: ma si riscatta dalla cattiva fama che lo perseguita proprio grazie al lavoro e allo sguardo dei ragazzi, che dicono in coro: è un edificio unico, guai a demolirlo, pensiamo, invece, a valorizzarlo.

 

 IMG-20160526-WA00221

IMG-20160526-WA00001

 

 

 

 

 

 http://www.telestense.it/il-grattacielo-approda-al-portale-di-museo-ferrara-grazie-agli-studenti-della-v-b-dellaleotti-interviste-20160526.html?cat=21#sthash.tFoAWEiJ.dpuf

 

 

PRESENTAZIONE DOMANDE ON LINE ENTRO IL MESE DI SETTEMBRE 2016

LEGGI QUI

Mercoledì, 25 Maggio 2016 08:05

Inaugurata la mostra RI-GENERA

Ri-genera inaugurazione 1È stata inaugurata martedì 24 maggio alle 16.30 la mostra Ri-Genera, in presenza del Vicesindaco e Assessore alla Cultura Turismo e Giovani Massimo Maisto. La mostra, ospitata nello spazio espositivo Sipromuove, in via Cairoli 15, è nata dalla collaborazione del Liceo Artistico “Dosso Dossi” con il collettivo AManoMakers e l’Agenzia provinciale per lo Sviluppo SIPRO.

L’esposizione propone 15 opere realizzate dagli studenti Baita Irene, Berretta Vincenzo, Caravita Lisa, Cicotti Sara e Talassi Demetra Miriam, della classe 3A; Issori Giulia della classe 3C; Fasolica Alexandru Cosmin, Occhipinti Manuel e Tinti Federico della classe 3E; Fraternali Irene della classe 4A; Casari Pietro e Peggio Valentina della classe 4B. Gli elaborati, realizzati con materiali di recupero abbinati a tecniche grafico – pittoriche, sono stati prodotti dagli studenti durante la loro partecipazione all’iniziativa ArtinFe, svoltasi nel periodo di Pasqua. I lavori esposti sono corredati dalle riflessioni scritte sull’esperienza svolta ed accompagnano il visitatore nel percorso espositivo.

La mostra, coordinata dalle docenti Meri Coccia e Laura Cussolotto, con la collaborazione delle docenti Laura Sangiorgi, Cinzia Calzolari e Adriana Di Pietro, sarà aperta dal 24 Maggio al 1 Giugno 2016 e sarà visitabile dal lunedì al venerdì, dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

Ri-genera allestimento 4

IMG 4649

Ricca d’interventi la Cerimonia di premiazione del Premio Dante 2016 organizzata martedì 23 maggio presso la Sala Estense dalla Società Dante Alighieri di Ferrara.

La Società Dante Alighieri, fondata nel1889da un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci ha da sempre lo scopo di«tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiane nel mondo» e la 31esima edizione del Premio organizzato a Ferrara, ha visto come grande protagonista la Poesia grazie ai numerosi scritti provenienti da tantissime scuole della città. «Gli studenti, ben guidati dai loro docenti, si sono cimentati nella composizione poetica con risultati molto soddisfacenti, vista l’età e il livello di studi».

DSC 0026Tanti i premi anche per la sezione Prosa e per la Sezione Dantesca, dedicata ad elaborati artistici ispirati alle emozioni suscitate da alcuni famosi canti della Commedia. Vincitrice indiscussa è stata Rachele Stanzani della classe 3D del Liceo Artistico Dosso Dossi aggiudicandosi il Primo premio con l’opera fotografica Inferno, ispirata al XXVI canto, e il Secondo premio per l’opera pittorica Il viaggio di Dante.

Martedì, 24 Maggio 2016 07:29

Concorso Allievi Carabinieri

 

Si informa che è stato pubblicato il bando di concorso per l'arruolamento di 1096 Allievi Carabinieri in ferma quadriennale che, per la prima volta, è aperto anche ai civili.

Al concorso possono partecipare i cittadini italiani che abbiano compiuto il diciassettesimo anno di età e non abbiano superato il ventiseiesimo anno di età alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda indicato, cioè che siano nati nel periodo 20 giugno 1999 – 20 giugno 1990 estremi compresi. Il limite massimo d’età è elevato a ventotto anni per coloro che hanno già prestato servizio militare (nati nel periodo dal 20 giugno 1988 al 20 giugno 1990, estremi compresi).

La domanda di partecipazione deve essere presentata entro il 20 Giugno 2016.

Maggiori informazioni sul sito: http://www.carabinieri.it/cittadino/informazioni/concorsi/calendario-concorsi

 

Apre al pubblico venerdì 27 maggio alle ore 20.00 presso la Sala Espositiva del Liceo Dosso Dossi la mostra personale del fotografo Giorgio Ranu’ dal titolo “The Urban Jungle Berlino”, un progetto fotografico nato dal tentativo di mettere a confronto la popolazione multietnica di questa grande città europea con i colori e le forme delle sue architetture.

Berlino Dosso Dossi fronte 1

<<Devastata dalla guerra e drammaticamente segnata dall'erezione del muro Berlino ora è una capitale all'avanguardia tutta da scoprire. Una città dove monumenti e attrazioni sono distribuiti ovunque, edifici dalle architetture più strane e impressionanti, dove il design fonde passato e presente e si proietta costantemente verso il futuro in una continua evoluzione urbanistica.

È certamente la città delle diversità, lo si intuisce, oltre che dall'architettura, dalle diverse culture che la popolano, dalle atmosfere decadenti anni '20 che convivono insieme ad un anima assolutamente contemporanea e funzionale.

Visitando alcuni luoghi si percepisce la città, a volte riesce a trasmetterti un disagio, altre volte ti disorienta, poi davanti a certi monumenti ci si può fermare e nel "rumore del silenzio" ascoltare i pensieri delle persone.

La storia qui si respira come forse in nessun’altra città accade. Il passato è onnipresente. Non solo: le sue tracce, i suoi errori e le sue tragedie non vengono celate, bensì mostrate, raccontate e simboleggiate in ogni angolo. Il bello di questa città è che si può essere ricchi, poveri, sfoggiare una macchina lussuosa o semplicemente pedalare nel traffico cittadino con una bici (…). Insomma, vivi e lascia vivere sembra essere la filosofia che regola il motore della capitale tedesca. Poi la musica degli artisti di strada, le sue location, le sue persone, la sua creatività, spensieratezza e le molte cornici verdi che i parchi cittadini offrono ai suoi abitanti e visitatori: tutto questo non è riscontrabile in alcun altro scenario.

Con queste immagini esposte qui ora, noi tutti possiamo godere della ricchezza storica e culturale di questa città malinconica, sfrontata e giocosa, folle e gioiosa. Possiamo, traendo ispirazione da queste fotografie, unirci ad essa, in quello slancio verso il futuro che scandisce la sua crescita ed il suo incessante mutare quotidiano.>>

Testo critico a cura di Elena Frignani.

In mostra fino al 5 giugno presso la Sala Espositivo Dosso Dossi, via Bersaglieri del Po 25b, Ferrara.

È stato inaugurato la mattina del 14 maggio all’Impianto Idrovoro S.Antonino, alle porte di Ferrara, il bassorilievo realizzato dagli studenti della classe 5A del Liceo Artistico Dosso Dossi di Ferrara. L’opera d’arte proposta dal Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara ispirata al tema della bonifica, ha coinvolto fin da subito gli studenti e le docenti Mara Gessi, Silvia Pagnoni e Donatella Palchetti.

“I giovani studenti sono riusciti a dare una nuova voce all’arte idraulica, con una moderna consapevolezza dei delicati equilibri che legano l’uomo al territorio”, così introduce Franco Dalle Vacche, presidente del Consorzio e sottolinea che “gli studenti hanno potuto incontrare il mondo della bonifica, ripercorrendo la storia e comprendendo le dinamiche dell’acqua di questo nostro paesaggio, posto sotto un costante controllo idraulico”.

Annachiara Gagliardi, Agnese Mingozzi, Sabrina Parascandolo e Strelnikov Vladyslav, questi i nomi degli studenti che hanno realizzato il bozzetto, trasformato in bassorilievo “Eλειάδες - Ninfe della Paludi”, alla cui realizzazione ha partecipato poi tutta la classe, dice Annachiara, che ha spiegato il significato dell’opera, la cui parte centrale è divisa in 9 formelle, ognuna rappresentante un aspetto simbolico sulla storia della bonifica, la composizione caratterizzata da un linguaggio figurativo contemporaneo ispirato allo stile di Mimmo Paladino, si conclude con una frase della scrittrice canadese Margaret Atwood, che inneggia al nostro atavico legame con l’acqua.

Prossimo appuntamento per l’inaugurazione della seconda opera realizzata dalla stessa classe è giovedì 19 maggio all’impianto idrovoro di Marozzo. Tutti i nove bozzetti, di cui i due vincitori trasformati in bassorilievi sono stati riportati e spiegati in un opuscolo “quaderno della bonifica” realizzato dal Consorzio di bonifica Pianura di Ferrara, che verrà distribuito presso i due impianti idrovori di S.Antonino e Marozzo, in occasione della settimana della bonifica, dal 14 al 22 maggio.

 MG 7197 rit Medium MG 7349 rit Medium

Pagina 1 di 5